L’antibiotico nelle malattie respiratorie comuni del bambino

 

images

http://www.choosingwisely.org/patient-resources/antibiotics-for-respiratory-illness-in-children/

La American Board of Internal Medicine Foundation ci regala una guida sull’utilizzo degli antibiotici: come, quando e perchè  attraverso alcuni paragrafi.

Quando nostro figlio ha mal di gola, tosse, raffreddore e naso che cola ci aspettiamo che il medico prescriva un antibiotico, ma la maggior parte delle volte non ne ha bisogno per guarire dalle malattie respiratorie comuni. In realtà l’antibiotico può fare più male che bene. Vediamo il perchè:

L’antibiotico combatte i batteri e non i virus

la maggior parte dei raffreddori e influenze sono causate da virus e la stessa cosa vale per le bronchiti e sinusiti.

In molti casi l’antibiotico non aiuterà nostro figlio

molte infezioni batteriche si risolvono spontaneamente, alcune infiammazioni della gola come la faringite sono batteriche ma non sempre sono sintomatiche e per queste è necessario un tampone faringeo per individuare il tipo di batterio specifico per poi curarlo con un antibiotico mirato.

Gli antibiotici hanno dei rischi  

Gli effetti collaterali degli antibiotici sono una causa comune di ingresso in ospedale. Possono causare diarrea o vomito e circa 5 bambini su 100 manifestano allergie. L’abuso di antibiotici aiuta i batteri resistenti a svilupparsi, questo significa che all’occasione successiva in cui ci sarà bisogno dell’antibiotico questo non funzionerà bene come dovrebbe.

L’abuso di antibiotici è uno spreco di denaro

 

Quand’è che invece i nostri figli potrebbero avere bisogno dell’antibiotico?  

-quando la tosse non migliora dopo 14 giorni

-quando viene diagnosticata una pertosse

-quando una sinusite non migliora in 10 giorni

-quando il bambino ha un muco giallo/verde e febbre fino a 38,5° C per molti giorni      consecutivi

-quando ha una faringite diagnosticata attraverso un tampone faringeo.

L’articolo conclude dicendo ovviamente che i consigli qui descritti non sostituiscono in nessun modo la visita e prescrizione del medico curante.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...